Condizioni di Vendita – Ditom srl

Condizioni Generali di Vendita, Ditom srl

La vendita è regolata dalle Condizioni Generali di Vendita della DITOM S.r.l., le quali prevalgono su quelle eventualmente indicate dal compratore con l’ordine di acquisto.

Gli ordini sono accettati solo alle presenti condizioni e sono soggetti ad esse.

Tali condizioni si considerano comunque confermate ed accettate dal compratore con il ritiro di tutta o di parte della merce ad esso spedita da parte della DITOM S.r.l. in esecuzione dell’ordine ricevuto. Qualunque variazione delle presenti condizioni da parte dell’acquirente non sarà applicabile a meno che non venga approvata dal venditore per iscritto.

Nessun contratto sarà creato sulla base dell’accettazione della quotazione del venditore da parte dell’acquirente finché il venditore non accetta l’ordine dell’acquirente (d’ora in avanti denominato Contratto) per iscritto.

In caso di divergenze tra la quotazione del venditore e le presenti condizioni, prevarrà la quotazione. Salvo diverso accordo scritto tra le parti, il Contratto rappresenta l’intero accordo tra le parti e non vi saranno intendimenti, rappresentazioni o garanzie di qualunque tipo, esplicite o implicite, che non siano espressamente stabilite dal contratto.

Condizioni Generali di Garanzia su Materiali, Attrezzature, Sistemi e Software

1. La Ditom S.r.l. garantisce che le attrezzature o i materiali da essa fabbricate o commercializzate corrispondono alle specifiche precisate nel listino e negli altri documenti illustrativi e soddisfano i requisiti previsti dalle norme vigenti della legge.

2. Qualunque data di consegna indicata dal venditore è da intendersi a titolo di stima. Ciononostante l’acquirente sarà vincolato ad accettare la consegna dei beni quando disponibili. L’acquirente avrà cura di fornire eventuali disegni tecnici, specifiche, istruzioni e materiali in tempo utile per permettere al venditore di redigere il Contratto. Per il luogo di consegna e la responsabilità del trasporto si farà riferimento alla quotazione del venditore. Se non specificate, si intenderanno come Porto Assegnato.

3. I rischi di danni ai beni o perdite dei medesimi passeranno all’acquirente al momento della consegna.

4. Nonostante la consegna e il passaggio del rischio, la proprietà della merce non passerà all’acquirente finché il venditore non abbia ricevuto il pieno pagamento del prezzo dei beni in questione e di tutti gli altri beni che il venditore ha concordato di vendere all’acquirente e per i quali sia dovuto il pagamento. Fino ad allora (a) l’acquirente conserverà i beni in questione presso l’agente fiduciario del venditore e li terrà separati dai propri e da quelli di terzi. Avrà inoltre cura di conservarli correttamente, proteggerli, assicurarli e identificarli come proprietà del venditore, ma l’acquirente potrà rivendere o usare i beni nel corso ordinario della sua attività; (b) il venditore potrà esigere in qualunque momento la restituzione dei beni da parte dell’acquirente e in caso di mancato adempimento da parte dell’acquirente il venditore potrà accedere al luogo dove l’acquirente o terzi conservano i beni e riprenderne possesso.

5. I beni saranno fatturati facendo riferimento al prezzo indicato nella quotazione del venditore o, se nessun prezzo è stato indicato in quotazione, al prezzo di listino del venditore alla data della consegna. Il venditore si riserva il diritto di modificare i prezzi senza necessità di preavviso per compensare variazioni dei costi di – ma non limitatamente a – materie prime, tasse per la lavorazione, modifiche apportate dall’acquirente o per altri motivi. Se il prezzo viene modificato con un ordine in corso, il prezzo della parte dell’ordine non ancora spedita alla data di tali modifiche sarà corretto di conseguenza. Il prezzo non comprende la IVA, che si può pagare in aggiunta. L’acquirente pagherà il prezzo (senza alcuna deduzione e senza alcun diritto di recesso) entro la scadenza specificata nella quotazione o, se nessuna scadenza è indicata, entro 30 giorni dalla data della fattura del venditore. La data del pagamento sarà essenziale.

6. Il collaudo delle attrezzature e dei materiali, da effettuarsi a cura del nostro Servizio di Assistenza Tecnica o Concessionari Service Autorizzati, si intende effettuato quando gli stessi sono in grado di riprodurre i valori di taratura standard indicati dal fabbricante. La mancata esecuzione del collaudo per fatto dipendente dall’Acquirente o dall’Utilizzatore, quale ad esempio la semplice inerzia, o comunque per fatto non imputabile alla Ditom S.r.l. renderà l’acquirente o gli utilizzatori stessi responsabili nei confronti della Ditom S.r.l. per i danni derivanti da quest’ultima (quali a mero titolo esemplificativo i mancati pagamenti da parte dell’eventuale società finanziaria) e darà diritto alla Ditom S.r.l.., a sua scelta, di pretendere l’integrale pagamento del prezzo pattuito oppure di rientrare immediatamente in possesso dei beni consegnati, e in ogni caso di richiedere il maggior danno subìto.

7. I prodotti hanno garanzia di 12 mesi. Eventuali vizi dovuti a difetti dei materiali o di manodopera nella fabbricazione delle attrezzature fornite, che avessero a verificarsi entro 12 mesi dalla data della consegna daranno diritto, purché denunciati per iscritto entro 8 giorni dalla scoperta dall’Acquirente e purché riconosciuti dalla Ditom S.r.l., unicamente alla sostituzione gratuita delle parti risultate difettose. Ogni altro onere, inclusi quelli relativi alla manodopera ed al trasporto di attrezzature o di loro parti, sarà a carico dell’Acquirente. Se l’acquirente non adempie a tutti i requisiti specificati in questa condizione, il venditore non avrà alcun obbligo in relazione a difetti, mancanze o altre infrazioni. Eventuali riparazioni od altri lavori richiesti alla Ditom S.r.l. nel periodo di garanzia non ne estendono in alcun caso il periodo di validità.

8. Il venditore non avrà alcun obbligo nei confronti dell’acquirente e non sarà considerato responsabile di aver infranto il contratto per causa di ritardo nell’esecuzione o di mancata esecuzione di obblighi relativi ai beni, se tale ritardo o mancata esecuzione non sono sotto il controllo del venditore, ad esempio (ma non limitatamente a) cause di forza maggiore, rivolte, scioperi o azioni di disturbo, penuria di materie prime o carburante, incidenti, eventi naturali, incendi, inondazioni, guasti alle macchine.

9. Non si accettano restituzioni non autorizzate.

10. La presente garanzia non copre le parti in vetro, le lampade nonché le parti di normale usura. Essa sarà pure esclusa nei casi in cui le attrezzature risultino danneggiate, difettose o viziate per negligenza, inadatta installazione o mancanza dell’Acquirente, o per qualsiasi fatto di esso o di suoi ausiliari ed aventi causa, nonché per riparazioni, alterazioni o manomissioni imputabili all’Acquirente o a personale comunque non autorizzato dalla Ditom S.r.l.

11. In caso di danni durante il trasporto su merce con Resa in porto franco o porto franco con addebito in fattura, eventuali sostituzioni o rimborsi saranno riconosciuti unicamente qualora l’Acquirente abbia segnalato il danno all’arrivo della merce con la dicitura “accettazione con riserva” sul Documento Di Trasporto/Fattura Accompagnatoria e relativo bollettino del corriere.

12. Ad eccezione di quanto non può essere limitato a norma di legge, in nessun caso Ditom S.r.l. risponderà di danni consequenziali o indiretti di qualsiasi genere, o a richieste di compensi che derivino da o in relazione ai beni forniti o dal/al loro uso o rivendita da parte dell’acquirente. L’intera responsabilità del venditore in relazione a ciascun ordine non potrà mai essere superiore al prezzo dei beni forniti in un particolare ordine, ad eccezione di ordini che prevedono più di una consegna; in questo caso l’intera responsabilità del venditore in relazione a ciascuna consegna non potrà mai superare il prezzo dei beni forniti in quella particolare consegna.

13. La presente garanzia non é in nessun caso cedibile o estendibile a terzi.

14. Qualsiasi reclamo fondato sulla presente garanzia non dà diritto all’Acquirente di sospendere i pagamenti eventualmente dovuti, né lo esonera dall’osservanza di ogni altra sua obbligazione.

15. Se l’acquirente mancherà di adempiere a o infrangerà i propri obblighi nei confronti del venditore; se verrà intentata causa all’acquirente; se l’acquirente si offrirà di fare accordi con i creditori o commetterà atti di bancarotta o insolvenza, o se verrà intentata nei suoi confronti qualunque causa di bancarotta o insolvenza, il venditore avrà diritto immediato di sciogliere con avviso scritto qualunque contratto esistente con l’acquirente, senza che questo pregiudichi alcun reclamo o diritto che il venditore possa avere.

16. Nessun contratto potrà essere cancellato dall’acquirente a meno che non abbia il consenso scritto del venditore e a condizione che l’acquirente indennizzi pienamente il venditore da qualunque perdita (compresa perdita di profitto), costi (compresi i costi della forza lavoro e dei materiali utilizzati), danni, spese affrontate dal venditore in conseguenza di tale cancellazione.

17. In caso di mancato pagamento da parte dell’acquirente quando la somma è dovuta, o in caso di infrazione del contratto da parte dell’acquirente, il venditore ha diritto (senza pregiudicare gli altri suoi diritti) a propria discrezione di sospendere ulteriori consegne finché l’importo dovuto non viene pagato, di sciogliere immediatamente con notifica scritta il contratto esistente con l’acquirente o modificare future modalità di pagamento.

18. Qualunque omissione da parte del venditore di prendere provvedimenti contro l’infrazione del contratto da parte dell’acquirente non pregiudicherà il suo diritto di prendere provvedimenti contro qualunque infrazione successiva della stessa clausola o di altre.

19. Se qualunque clausola del contratto viene dichiarata del tutto o in parte invalida o non applicabile da parte di un tribunale o altra autorità competente, la validità delle altre clausole del contratto e l’eventuale parte restante della clausola in questione non sarà intaccata.

20. Per ogni controversia si ritiene competente il Foro di Milano.