Miraclon & l’Arte by A. Angelini

Alessandra Angelini Fase di stampa di matrice fotopolimerica su torchio calcografico realizzata nell'atelier dell'artista
Alessandra Angelini
Fase di stampa di matrice fotopolimerica
su torchio calcografico realizzata nell’atelier dell’artista

Da anni, Ditom collabora con una straordinaria artista contemporanea, Alessandra Angelini.

Abbinando le tecniche di processo standard delle lastre Miraclon a particolari tecniche artistiche e fotografiche, Alessandra Angelini crea opere uniche nel loro genere.

Ditom ha in esposizione presso il proprio showroom alcune delle opere create con le lastre Miraclon base acciaio.

Un’occasione imperdibile per vedere di persona come semplici lastre tipografiche, rielaborate con creatività e fantasia, possono produrre vere e proprie opere d’arte.

– – – – – – –

Alessandra Angelini Star Serenade -  Piano, 2008 Impressione di lastra fotopolimerica   a rilievo esposta alla luce solare. Lavorazione diretta. Stampata dall'artista su carta di cotone Hahnemuhle 300 g. Lastra cm 90 x cm 60
Alessandra Angelini
Star Serenade – Piano, 2008
Impressione di lastra fotopolimerica
a rilievo esposta alla luce solare. Lavorazione diretta.
Stampata dall’artista su carta di cotone Hahnemuhle 300 g.
Lastra cm 90 x cm 60

INCIDERE CON LA LUCE
Un modo di fare arte rispettoso della Natura

Questo procedimento artistico prevede l’impressione su matrice polimerica di un disegno realizzato direttamente su lastra o trasferito da pellicole, attraverso l’esposizione ai raggi UV. Le impressioni così ottenute vengono successivamente impresse su preziosi fogli di carta di cotone, con l’utilizzo di un torchio calcografico.
Lavorare con la luce significa trasmettere con estrema velocità, nell’arco di pochi secondi o al massimo pochi minuti, un’idea, un pensiero estetico alla matrice.
I metodi per creare l’immagine da riprodurre sulla matrice al contrario possono essere veloci oppure lenti e ragionati: è possibile dipingere o disegnare direttamente sulla matrice, oppure trasportare disegni o immagini fotografiche, attentamente rielaborate, attraverso un film trasparente nella scala dei grigi da sovrapporsi alla lastra polimerica; si può giocare con le impronte di oggetti, forme, ombre; e molto altro ancora.
Non facendo uso di acidi o altre sostanze tossiche, questa metodologia di lavoro, consente inoltre una permanenza in laboratorio senza rischi per la salute.

– – – – – – –

Alessandra Angelini Star Serenade -  Forte, 2008 Impressione di lastra fotopolimerica   a rilievo esposta alla luce solare. Lavorazione diretta. Stampata dall'artista su carta di cotone Hahnemuhle 300 g. Lastra cm 90 x cm 60
Alessandra Angelini
Star Serenade – Forte, 2008
Impressione di lastra fotopolimerica
a rilievo esposta alla luce solare. Lavorazione diretta.
Stampata dall’artista su carta di cotone Hahnemuhle 300 g.
Lastra cm 90 x cm 60

Biografia
Alessandra Angelini, vive e lavora tra Milano e Pavia.
E’ titolare della cattedra di Grafica d’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.

Artista fortemente sperimentale, interessata alle connessioni tra Arte, Scienza e differenti aree culturali, da tempo conduce ricerche sui temi del colore e della luce applicati a diversi media, sperimentando procedimenti tecnici e interventi di ibridazione tra antichi e nuovi linguaggi espressivi. Recentemente ha partecipato alla creazione del progetto artistico: L’ARTE ABBRACCIA IL 3D in collaborazione con +LAB del Politecnico di Milano e Materioteca. Nell’occasione A. Angelini ha presentato una scultura in materiale plastico realizzata con le tecnologie della stampa 3D.
Nel corso degli anni l’artista ha ideato, curato e partecipato come artista a diversi eventi sul tema Arte e Scienza tra i quali: Passion for Light – Varenna Fisica Festival, Villa Monastero, Varenna con la mostra personale: Sinfonia Cosmica. Musica. Spazio.Tempo, un ciclo di luminogrammi di grande formato dedicati al tema della luce.
“L’Universo dentro – Una mostra tra Arte e Scienza”, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera e l’INAF – Osservatorio Astronomico di Brera, promossa dall’Unesco in occasione dell’anno internazionale dell’Astronomia; mentre nel 2012 cura la sezione artistica di “X L’Universo invisibile. Un percorso fra astronomia e arte”, mostra realizzata in occasione del 50° anniversario della nascita dell’astronomia X e del 250° anniversario della fondazione dell’Osservatorio Astronomico di Brera.

Alessandra Angelini Primi segni Impressione di lastra fotopolimerica   a rilievo esposta alla luce solare. Lavorazione diretta. Stampata dall'artista su carta di cotone Hahnemuhle 300 g. Lastra cm 20 x cm 15
Alessandra Angelini
Primi segni
Impressione di lastra fotopolimerica
a rilievo esposta alla luce solare. Lavorazione diretta.
Stampata dall’artista su carta di cotone Hahnemuhle 300 g.
Lastra cm 20 x cm 15

Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive, tra le altre, in Italia, Spagna, Francia, Stati Uniti, Cina, Germania, Gran Bretagna, Australia, Polonia, Svizzera. Sue opere sono presenti nelle collezioni di importanti musei italiani e stranieri, tra cui la Civica Raccolta Bertarelli di Milano, il Museo Cantonale di Lugano, il Museo d’Arte dell’Indiana University, il Penang State Art Gallery di Penang in Malesia, il Museo di Villa Cedri di Bellinzona, il Museo Nazionale di Arte di Pechino, il Museo d’Arte di Sant Carlos de la Rapita, la Biblioteca Nazionale Svizzera di Berna, La Civica Raccolta di Disegno della città di Salò, il Museo Civico Ala Ponzone di Cremona, il Museo Internazionale della Grafica di Francavilla al Mare (ora inserito nella struttura del Museo Michetti) –

www.alessandraangelini.org